lunedì 1 aprile 2019

LAUREA IN SCIENZA DELLA COMUNICAZIONE ALL'UNIVERSITÀ POPOLARE DI MILANO

Rivolto a chi ha impegni di lavoro o a chi ha più di 30 anni e vuole riprendere gli studi, il Corso di Studi in Scienze della Comunicazione è fruibile anche a distanza grazie all'utilizzo di strumenti digitali che mettono in collegamento studente e docente/tutor.


Il corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell'Università Popolare degli Studi di Milano forma  un professionista che padroneggia con consapevolezza i processi comunicativi nell’organizzazione politica e sociale a tutti i livelli e approfondisce anche l’interazione a livello individuale e di gruppo. Fornisce inoltre competenze per muoversi nelle complessità della comunicazione del mondo contemporaneo, con un’attenzione strategica ai contenuti in relazione ai diversi settori in cui la comunicazione di fatto si realizza: da un lato la comunicazione di massa, soprattutto nell’ambito della radio, della televisione e del cinema, dall’altro le nuove tecnologie del web 2.0.


UN CORSI DI STUDIO RIVOLTO PER CHI HA 30, 40. 50 ANNI E OLTRE 

I corsi di Laurea Triennale, Magistrale, e i Dottorati di ricerca proposti non hanno obbligo di frequenza, non prevedono il numero chiuso e sono strutturati pensando alle necessità dei lavoratori. 

Innanzitutto, il candidato può inviare il suo curriculum personale senza impegno e in base all'esperienza lavorativa o precedenti studi, un collegio di docenti valuta la preparazione individuale e quantifica il numero di CFU (crediti formativi) riconosciuti. La particolarità sta nel fatto che i crediti vengono attribuiti in base all'esperienza totale dello studente, professionale e formativa, che assume un valore equivalente - se non maggiore - rispetto alla teoria che si studia sui libri.


Il laureato in Scienze della Comunicazione opera in organizzazioni pubbliche e private, nazionali e internazionali, in qualità di:
  • addetto alla comunicazione e alle relazioni con il pubblico;
  • esperto della multimedialità;
  • operatore della comunicazione esterna (formatore, addetto stampa e alle pubbliche relazioni);
  • addetto alla comunicazione interna (comunicazioni sindacali, documentazione tecnica cartacea e digitale, rapporti tra dipendenti, tra dipendenti e dirigenti e tra dirigenti);
  • addetto alla implementazione di contenuti digitali (internet, intranet, web content manager, social network, net marketing, ecc.);
  • addetto all’organizzazione della produzione radio-televisiva, cinematografica e teatrale (gestione della comunicazione nell’ambito dei media complessi come la radio, la televisione, il cinema e l’insieme dei sistemi multimediali ad essi associati);
  • nell’ambito della professione giornalistica e dell’informazione, quale operatore nelle redazioni, nelle aziende editoriali e nelle agenzie pubblicitarie.


La procedura di riconoscimento dei crediti da attività professionali e dal curriculum personale, compatibilmente con il percorso di studi intrapreso, permetterà di “saltare” alcuni esami, vedendosi spianare la strada verso la laurea in maniera più veloce e diretta, senza perdite di tempo. Questo è possibile perché l’Università Popolare degli studi di Milano è un'Università Internazionale che non fa parte dell’ordinamento italiano ma che è riconosciuta a statuto speciale come Università Internazionale con titoli avente valore legale secondo la Convenzione di Lisbona sul riconoscimento del titolo in tutta Europa. È ufficialmente affiliata alla University of United Popoular Nations di Ouagadougou ed è ufficialmente partner dell'Università di Stato di Ouagadougou, nello Stato del Burkina Faso oltre che dell’Università di Stato Bouaké, in Costa d’Avorio, e può rilasciare i titoli accademici per conto delle predette università.



mercoledì 20 marzo 2019

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA CIVILE AMBIENTALE E TERRITORIALE

Il corso di laurea  in Ingegneria Civile Ambientale – Territoriale dell'Università Popolare degli Studi di Milano permette di conseguire il titolo di dottore in ingegneria civile. Questa figura professionale può operare in tutti quei problemi di Ingegneria Civile, Edile, Ambientale e Territoriale in cui sono coinvolti terreni e rocce, strutture, trasporti e idraulica, in settori legati alla difesa del territorio e nelle discipline del rilevamento assumendo un ruolo gestionale.


Il corso di laurea dell'Università Popolare di Milano si prefigge l'obiettivo di formare ingegneri in grado di conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria per l'ambiente e per il territorio, nella quale sono capaci di ideare, pianificare, progettare, gestire e controllare opere, impianti, sistemi e processi che riguardano l'ambiente e il territorio. 

Per il conseguimento del titolo triennale (di primo livello) è richiesta l’acquisizione dei 180 crediti formativi. I laureati del Corso in Ingegneria Civile e Ambientale devono avere una solida base culturale sia nelle discipline relative alle strutture ed alle costruzioni, con le loro interazioni con l’ambiente esterno, sia nelle discipline dei sistemi ambientali, con tutti gli aspetti di interazione tra i vari sottosistemi (ad esempio terra, acqua, aria, biosfera ecc.) e con l’interferenza che questi hanno con l’ambiente costruito. Tale intento viene raggiunto attraverso un curriculum che prevede in primo luogo due anni sostanzialmente bloccati, in cui oltre alle discipline di base relative agli ambiti matematico, fisico, chimico, informatico ed economico, si forniscono più approfonditi strumenti di analisi nel campo delle costruzioni ponendo un obbligo per tutti sui corsi di Meccanica Razionale e Scienza delle Costruzioni. Sono inoltre forniti più approfonditi strumenti di analisi dei sistemi ambientali e della loro interazione con l’ambiente costruito, attraverso i corsi obbligatori di Statistica, Analisi dei Sistemi, Fenomeni d’Inquinamento e Geologia Applicata. Una tale base comune é completata nel terzo anno da materie tipiche dell’Ingegneria Civile ed Ambientale quali l’Idraulica, la Geologia Applicata, la Geotecnica, la Topografia e la Fisica Tecnica.


Programma del corso (per maggiori informazioni consultare il sito unimilano)

PRIMO ANNO

8 ECTS – ANALISI MATEMATICA 1
8 ECTS – GEOMETRIA
8 ECTS – CHIMICA
8 ECTS – INFORMATICA
8 ECTS – FISICA SPERIMENTALE (PER CIVILI AMBIENTALI)
12 ECTS – ANALISI MATEMATICA 2
8 ECTS – VALUTAZIONE ECONOMICA DI PIANI E PROGETTI

SECONDO ANNO
12 ECTS – MECCANICA RAZIONALE
8 ECTS – CHIMICA AMBIENTALE E FENOMENI DI INQUINAMENTO
8 ECTS – FISICA TECNICA
6 ECTS – GEOLOGIA APPLICATA
6 ECTS – TRATTAMENTO DELLE OSSERVAZIONI
12 ECTS – SCIENZA DELLE COSTRUZIONI
8 ECTS – RILEVAMENTO E POSIZIONAMENTO

TERZO ANNO
8 ECTS – ANALISI DEI SISTEMI
10 ECTS – IDRAULICA
8 ECTS – IDROLOGIA E APPLICAZIONI IDROLOGICHE
6 ECTS – ECOLOGIA
8 ECTS – GEOTECNICA
6 ECTS – CARTOGRAFIA NUMERICA ED ELEMENTI DI FOTOGRAMMETRIA
6 ECTS – INGEGNERIA SANITARIA AMBIENTALE
8 ECTS – PROVA FINALE